Intestino irritabile? Scopri cosa mangiare e cosa evitare con la dieta FODMAP
Pubblicato da      27/06/2024
Intestino irritabile? Scopri cosa mangiare e cosa evitare con la dieta FODMAP

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è una condizione comune che colpisce milioni di persone in tutto il mondo e oltre sei milioni di italiani, in prevalenza donne. I sintomi tipici includono dolore addominale, gonfiore, gas e diarrea o stitichezza. Fortunatamente, la dieta FODMAP può aiutare a gestire i sintomi dell'IBS per molte persone ed il termine è un acronimo per Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols. Questi sono zuccheri a catena corta che possono fermentare nell'intestino, causando gas, gonfiore e altri sintomi digestivi che creano disturbi evitabili introducendo una corretta alimentazione nella propria dieta giornaliera.

Cosa mangiare e cosa evitare per dire addio al colon irritabile 

Ecco cosa si dovrebbe inserire nella propria dieta alimentare per poter risolvere il problema del colon irritabile:

Frutta: banane, arance, bacche, melone, uva

Verdure: carote, cetrioli, melanzane, patate, zucca, spinaci

Proteine: carne, pesce, pollame, uova, tofu

Latticini light: latte senza lattosio, yogurt senza lattosio, formaggi a pasta dura

Cereali: riso, avena, quinoa

Ecco cosa si dovrebbe evitare di mangiare:

Frutta: mele, pere, pesche, mango, ciliegie, fichi, prugne

Verdure: aglio, cipolla, cavolfiore, broccoli, cavoletti di Bruxelles, fagioli

Latticini: latte, panna, yogurt, formaggi freschi

Cereali: frumento, orzo, segale

Dolcificanti: miele, sciroppo d'agave, fruttosio

Bevande: bevande gassate, succhi di frutta, birra, alcol

Come seguire la dieta FODMAP 

La dieta FODMAP è un processo graduale che prevede l'eliminazione di cibi ricchi di FODMAP per un periodo di 2-4 settimane, per poi reintrodurli lentamente uno alla volta per valutare la tolleranza individuale. È importante seguire la dieta sotto la guida di un medico o di un dietologo esperto in FODMAP per personalizzare il piano alimentare in base alle proprie esigenze e ottenere i migliori risultati.

Benefici della dieta FODMAP 

La dieta FODMAP permette di ridurre i sintomi dell'IBS, come dolore addominale, gonfiore, gas, diarrea o stitichezza, contribuendo al miglioramento della qualità della vita, ad un significativo aumento dell’energia ed anche al miglioramento del sonno. Si rivela fondamentale non escludere arbitrariamente e in autonomia cibi che invece potrebbero rivelarsi importanti per condurre questo regime alimentare e far si che raggiunga i suoi obiettivi. Se nel corso della dieta si verifica una riduzione dei disturbi precedentemente notati, dopo un periodo che va dalle due alle sei settimane, si potranno reinserire gradualmente gli alimenti ricchi di FODMAP. In questo mondo, con un reinserimento graduale e controllato, si potrà determinare quali cibi generano i disturbi al soggetto.

Come scoprire di più sulla dieta FODMAP 

Se vuoi usare l’alimentazione per liberarti dal gonfiore, dal dolore e dai disturbi addominali, ti suggeriamo un testo perfetto per indirizzarti al meglio: “La dieta FODMAP per il colon irritabile” di Maurizio Tommasini, che mostra come ridurre i sintomi del colon irritabile attraverso una dieta a basso contenuto di FODMAP. 

Inoltre, solo fino al 31/07 avrai la possibilità di acquistarlo in Ebook col 30% di sconto!

Clicca qui per leggere l'estratto gratuito!

Vuoi migliorare la qualità della tua vita e della tua salute?

ACQUISTALO ORA!

Condividi