Successo per la presentazione di “Correre è la mia vita” di Giorgio Calcaterra a Fusignano

Successo per la presentazione di "Correre è la mia vita" di Giorgio Calcaterra a Fusignano

Giorgio Calcaterra, tra i più grandi maratoneti italiani, ha presentato il suo libro a Fusignano, riscuotendo un grande successo. Il giorno dopo ha omaggiato la città partecipando alla maratona locale. “Un onore averlo tra noi. Un esempio da seguire”

CALCATERRA1

Prima la presentazione del suo libro davanti una sala gremita, poi la firma delle copie durata oltre un’ora. E infine, il giorno dopo, una corsa per le strade di Fusignano, partecipando alla mezza maratona della città, la Fusoloppet. Questo il programma dello scorso fine settimana di Giorgio Calcaterra, tra i più grandi maratoneti italiani e autore di “Correre è la mia vita”, libro autobiografico scritto con Daniele Ottavi (Edizioni Lswr).

“Dopo aver presentato il suo libro e autografato numerose copie, è rimasto con noi per partecipare il giorno dopo, domenica, alla nostra maratona. Ha indossato la maglia con il numero 11 e per noi è stato un onore” dice Andrea Gemignani, organizzatore della rassegna di libri sportivi “Trebbo Sportivo ” di Fusignano e che ha avuto come suo ospite, sabato scorso, il grande maratoneta italiano. “Il libro di Giorgio era nel mirino da parecchi mesi. Speravamo molto di poterlo presentare e non posso nascondere che, non appena si è sparsa la voce del suo imminente arrivo in città, l’aria si è elettrizzata!”.
Fusignano ha accolto il campione con una sala piena: oltre ottanta i presenti e in tanti hanno posto domande al maratoneta. In molti hanno chiesto consigli per una corretta alimentazione, con la voglia di seguire i suoi esempi e di cercare di capire come si allena e come si nutre un grande atleta.

“Non sono mancati, inoltre, gli interventi del pubblico che ricordavano dei momenti particolari della carriera di Giorgio, tratti di strada percorsi insieme – continua Andrea Gemignani – E in molti lo hanno ringraziato per la sua gentilezza e per la passione che riesce a trasmettere”.

Ma perché questa grande partecipazione e questo entusiasmo per la presentazione dell’autobiografia “Correre è la mia vita”?
“Perché Giorgio Calcaterra è un campione a 360 gradi – conclude l’organizzatore della rassegna – E’ un esempio da seguire, una persona a cui vuoi bene sin dalle prime chicchere. Riesce a trasmette passione, onestà e felicità. Il suo libro non è solamente un manuale sulla corsa ma è la vita di un campione che, a prescindere dai risultati, continua a correre. Vuole continuare a farlo perché persegue degli ideali, perché è alla ricerca della libertà”.