Ivana Spagna presenta “Sarà capitato anche a te” a Brescia

Ivana Spagna presenta "Sarà capitato anche a te" a Brescia

Spagna1172x196_BresciaSarà presentato a Brescia giovedì 25 gennaio il nuovo libro di Ivana Spagna, “Sarà capitato anche a te” (Edizioni Lswr). L’appuntamento è per le ore 17 alla Mondadori Bookstore di Corso Palestro, 28.

L’autrice e cantante sarà intervistata, durante l’incontro con il pubblico, da Maddalena Damini, speaker e direttore artistico di Radio Bresciasette. Seguirà un firmacopie.

Il libro
“Vi è mai capitato di pensare a una persona che non vedete da tempo e poi incontrarla per strada? Vi è mai capitato di vedere in sogno situazioni che si sono poi trasformate in realtà? O di avere avuto, sempre in sogno, un contatto con i vostri cari defunti? E di vedere un’entità, uno spirito, un fantasma?”

A Ivana Spagna sì, è capitato tante volte di vivere episodi a cui non è mai stato possibile dare una spiegazione razionale. Episodi che adesso, per la prima volta, ha deciso di raccontare in un libro. “Sarà capitato anche a te” (Edizioni Lswr) è la sua raccolta di tanti piccoli episodi tra sogni premonitori, eventi “miracolosi” e visioni di entità non umane che la cantante ha vissuto.

Per mettere nero su bianco quanto le è capitato tra momenti di vita quotidiana e durante le sue tournée, Ivana Spagna affronta le sue paure perché, si sa, parlare di questi episodi è sempre difficile. Il rischio che si corre è sempre quello: “Essere presi per matti. L’ho sempre temuto – confessa nella sua prefazione – ma mi sono fatta coraggio e ho deciso di iniziare a raccontare tutti i fatti strani che ho vissuto”. Fatti che, in realtà, sono più comuni di quanto si possa immaginare.

QUEGLI EVENTI E SOGNI INSPIEGABILI
“Sarà capitato anche a te” si apre con l’immagine di una bambina che le fa visita in sogno. Chi era quella bimba con il fiocco bianco sul capo? Perché, insieme alla nonna della cantante, le rivolge un saluto e le sorride? Ivana Spagna troverà risposte alle sue domande il giorno seguente, durante il concerto nella città in cui quella bambina aveva vissuto anni prima e incontrando – inaspettatamente – i suoi genitori.

Seguono i racconti dei sogni premonitori con protagonista la nonna che una volta è riuscita a fornirle delle dritte sui numeri da giocare al lotto. Numeri che poi, scoprirà la cantante, le avrebbero permesso di centrare i montepremi, se solo li avesse giocati nel modo giusto.

Nel suo nuovo libro Ivana Spagna ricorda anche quegli incontri inspiegabili con entità che non sa come definire: spiriti o, come più comunemente conosciuti, fantasmi? Cosa volevano comunicarle? Perché le hanno fatto visita? A queste domande non è mai riuscita a dare una risposta.

Un racconto è dedicato anche al legame della cantante con Padre Pio da Pietrelcina, a cui lei e la madre erano molto devote, e a quel possibile miracolo (difficile trovare un’altra parola per definirlo) che salvò un suo amico da una morte certa dopo un terribile incidente stradale.

L’AUTRICE

Cantautrice e scrittrice di successo da oltre trent’anni, è diventata famosa tra il grande pubblico nella seconda metà degli anni Ottanta, quando i suoi singoli hanno scalato le classifiche italiane ed europee. Negli anni Novanta ha collezionato nuovi successi vincendo quattro Telegatti e classificandosi terza e quarta al Festival di Sanremo. Nel 2006 le è stato consegnato il Disco d’Oro alla Carriera per aver superato il traguardo degli 11 milioni di dischi venduti. A partire dagli anni 2000 ha affiancato all’attività di cantautrice quella di scrittrice di successo, pubblicando la fiaba Briciola, storia di un abbandono (2002) e l’autobiografia Quasi una confessione! (2011).